Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Lunedì, 20 Luglio 2020 11:38

La CRI Verbania distribuisce oltre 9.000 euro di buoni spesa a famiglie indigenti

Grazie alle donazioni ricevute dalla Croce Rossa Italiana nell’ambito dell’iniziative “Tempo della Gentilezza”, il Comitato C.R.I. di Verbania nelle scorse settimane ha distribuito buoni spesa per un controvalore complessivo di 9.120 Euro a famiglie in difficoltà economica o in stato di indigenza, per supportarle nell’acquisto di beni alimentari di prima necessità.

“Il momento emergenziale che stiamo vivendo impone celerità nel portare aiuto alle persone più fragili e vulnerabili, per questo la Croce Rossa di Verbania ha attivato una collaborazione con Enti e Istituzioni del territorio, per individuare le situazioni di maggiore difficoltà” dichiara il Presidente del Comitato Ettore Franzi.


Dopo la prima fase dell’emergenza Coronavirus, in cui l’aspetto sanitario ha avuto la priorità, ora emergono le criticità di disagio economico e sociale all’interno delle comunità.

“L’erogazione straordinaria dei buoni è stata possibile grazie alla collaborazione con L’Emporio dei Legami nel Comune di Verbania; abbiamo distribuito buoni del valore di 40 euro a 228 nuclei familiari anche attraverso le nostre unità C.R.I. di Mergozzo, Premosello Chiovenda e Piedimulera, nei comuni di competenza”. In questo delicato momento le attività della Croce Rossa Italiana non si sono mai fermate, anzi si sono intensificate adattandosi alle nuove esigenze, per offrire supporto ed assistenza alle persone più vulnerabili.


“Ringraziamo nuovamente tutti i donatori che ci stanno supportando e ci permettono di potenziare le attività dell’ambito socio-assistenziale per essere vicini alle persone fragili, garantendo sempre la sicurezza dei volontari”.